Obbligo vaccinale iscrizione Scuole e Servizi per l’infanzia
Anno Scolastico 2018/19

La legge 119 del 31 luglio 2017 sulla prevenzione vaccinale, approvata dal Parlamento italiano, è stata emanata per garantire in maniera omogenea sul territorio nazionale le attività dirette alla prevenzione, al contenimento e alla riduzione dei rischi per la salute pubblica e per assicurare il costante mantenimento di adeguate condizioni di sicurezza relativamente alla circolazione di patogeni infettivi, garantendo i necessari interventi di profilassi e livelli di copertura vaccinale.
In sintesi gli adempimenti previsti dalla normativa sono i seguenti:
  • Servizi per l’Infanzia:dieci vaccinazioni sono rese obbligatorie, per specifica fascia di età, secondo il Calendario Vaccinale, e rappresentano un requisito per l’ammissione all’asilo nido e alle scuole dell’infanzia (bambini da 0 a 6 anni)
  • Scuola dell’Obbligo:obbligo di vaccinazione, secondo il Calendario Vaccinale, con sanzioni pecuniarie in caso di inadempimento, per i minori di età 6 – 16 aa
I vaccini obbligatori sono i seguenti:
  • Anti-poliomelitica;
  • Anti-difterica;
  • Anti-tetanica;
  • Anti-epatite B;
  • Anti-pertosse;
  • Anti-Haemophilus influenzae tipo B;
  • Anti-morbillo;
  • Anti-rosolia;
  • Anti-parotite;
  • Anti-varicella (a partire dai nati nel 2017)
Cliccando sul Calendario vaccinale è possibile vedere schedule e tempistiche di somministrazione.
La legge 119/2017 già prevedeva la possibilità di autocertificare lo stato vaccinale, con scadenza fissata al 10 marzo 2018; con successiva legge n. 108/2018, il termine è stata prorogato al 10 marzo 2019.

La Regione Lazio, per facilitare le famiglie nelle procedure previste nei riscontri Scuole e ASL, per la verifica della regolarità dello stato vaccinale degli iscritti, ha perfezionato, per il corrente anno scolastico 2018/19 l’Anagrafe Vaccinale Regionale (AVR). Sono presenti infatti in AVR sia l’elenco degli alunni, suddivisi per Istituto Scolastico, sia i dati vaccinali dei minori residenti nella Regione Lazio.
Le Scuole e i gestori degli Asili Nido possono pertanto accedere su AVR e verificare direttamente la situazione di regolarità/non regolarità degli iscritti e le famiglie dei minori in regola con il calendario vaccinale, non devono presentare alcuna documentazione vaccinale alle scuole e alle strutture per l’Infanzia.
I genitori dei minori risultati non in regola possono prenotare le vaccinazioni mancanti, secondo gli orari e modalità stabilite, contattando i centri vaccinali di riferimento territoriale.
E’ comunque possibile che minori in regola risultino inadempienti su AVR prevalentemente per i seguenti motivi:
  • Vaccinazioni eseguite privatamente e non registrate nella ASL di residenza
  • Vaccinazioni eseguite in Regioni diverse dal Lazio o all’estero
  • Errori nella trascrizione dei dati (es. Codice Fiscale)
  • Certificato di esonero/differimento vaccinazioni non acquisito dalla ASL o dalla Scuola
  • Residenti in altre Regioni o all’estero che frequentano scuole nella Provincia di Viterbo
Oltre che nei centri vaccinali, è possibile rappresentare quesiti o avere ulteriori informazioni e specifiche sull’argomento, sia da parte delle scuole che delle famiglie, inviando una mail all’indirizzo servizio.vaccinazioni@asl.vt.it. Personale esperto provvederà a rispondere direttamente o a contattare la sede vaccinale di competenza per la risoluzione del problema segnalato.

Elenco delle Sedi Vaccinali
Calendario vaccinale
Nota Regione Lazio
Azienda Sanitaria Locale Viterbo - Via E. Fermi, 15 - Privacy Copyright Mappa Sito Stampa